ESSERE IMMORTALE o PASSARE alla STORIA?


Dimmi la verità: anche tu hai desiderato, almeno una volta nella vita, di essere immortale e lasciare un segno nella storia.

Sarà il desiderio di immortalità, la paura di essere inutili, oppure semplicemente la voglia di sentirsi i migliori anche solo nella gara di lancio delle figurine, ma la frase "passare alla storia" fa a tutti un certo effetto.

Per spiegarmi meglio userò una frase del mio amico Sunny:

"a chi non piacerebbe essere famoso e rimanere nella storia ma, e si un ma ci deve essere, tutta quella fatica, ne vale la pena?

Ecco, per me Sunny è come il suo nome: soleggiato.

In questi ultimi mesi sto assistendo a molti pazienti presi da attacchi di panico per paura di morire. Mi sono domandata se loro si credessero immortali; se questa pandemia non abbia semplicemente rivelato loro la pura semplice verità: si muore.

Forse, a prima vista, vi sembrerà che la morte e il desiderio di essere immortali siano indipendenti, ed invece la non accettazione/paura della morte è ciò che ci spinge a desiderare di essere immortali.

Ripenso ad un film che ebbe molto successo: Highlander.

Ero una ragazzina e, mentre le mie coetanee guardavano innamorate il protagonista, io piangevo disperata. Ricordo la tristezza di questa persona condannata a vivere nella immortalità. L'immortalità è solitudine, è continuo dolore per la perdita di chi ami, ma soprattutto è fine a se stessa. Se fossi immortale non avrei eredi se non me stesso.


Riavvolgo il nastro, torno alla vita, alla inutilità che essa ha per i posteri se non quando si diventa immortali per aver donato la propria esistenza ad un bene comune più grande.


Commenti

Post popolari in questo blog

CONOSCERE per CONOSCERCI

EFFETTO NOCEVO

PRENDERSI CURA di SE e degli ALTRI